fbpx

Scuola portieri

– Corsi in gruppo o lezioni individuali di perfezionamento. Iscrizioni aperte tutto l’anno rivolte a Portieri dagli 11 ai 19 anni residenti a Milano e Provincia.

Scuola perfezionamento portieri dagli 11 ai 19 anni con allenatori professionisti

L’Accademia Perfezionamento Calciatori organizza ogni anno corsi di perfezionamento per Portieri rivolti a ragazzi dai 7 ai 10 anni e dagli i 11 ai 19 anni residenti a Milano e Provincia, con programmi differenti

È previsto un test di ingresso con valutazione da parte dei nostri tecnici per valutare il livello tecnico di partenza del singolo ragazzo.

I corsi saranno tenuti da preparatori dei portieri professionisti di alto livello, e sono aperti a tutti i ragazzi che desiderano imparare questo ruolo difficile ma importante, allenandosi come dei veri professionisti. Il programma prevede allenamenti di tecnica, coordinazione, forza esplosiva, reattività, acrobatica.

Al termine di un percorso, variabile nella durata da atleta ad atleta e in accordo con il parere dei nostri tecnici, la nostra società potrà proporre il singolo giocatore a provini con società professionistiche e semiprofessionistiche.

Programma annuale della scuola portieri (Milano) per ragazzi dagli 11 ai 19 anni

Nella nostra scuola portieri si seguirà un programma di percorso con un insegnante di acrobatica che terrà un minicorso per insegnare come cadere, buttarsi a terra, la velocità del tuffo e la reattività, lavoro motorio che andrà in parallelo con istruttori dei portieri che si occuperanno della tecnica di base; si lavorerà anche sulla forza fisica a carico naturale per avere una formazione fisica completa e tecnica.

Gli allievi lavoreranno sul tuffo che, soprattutto all’inizio, è un gesto difficile non solo tecnicamente ma soprattutto cognitivamente; l’istruttore dei portieri dovrà insegnare all’allievo a stare in equilibrio per effettuare una parata con una conseguente e inevitabile caduta all’intercettamento del pallone. Il tuffo si divide in varie tipologie: per caduta, passo e spinta, con passo incrociato, con passo accostato in uno oppure due tempi.


Per insegnare questa tecnica è necessario stimolare, attraverso il gioco, il rotolamento (schema motorio di base), il secondo step è quello di far provare all’allievo il tuffo mentre è in ginocchio, fino ad arrivare all’ultimo step che prevede la posizione di partenza: in piedi.
Tutte queste fasi è necessario proporle per intercettare palloni in traiettorie rasoterra e mezza altezza, alta battente (con rimbalzo del pallone) e in contrasto con il terreno.
Curare la postura di tutto il corpo non solo semplifica il raggiungimento dell’obiettivo e l’intercettamento della palla, ma per il portiere diventa un tuffo spettacolare; è compito dell’allenatore creare le condizioni ideali per favorire le acquisizioni di tutte le abilità e competenze per permettere ai portieri di farne un buon uso e nessun abuso.
Durante il programma i ragazzi lavoreranno nello specifico su:


1 . tuffo e tecnica di base portiere
2. posizionamento tra i pali, situazioni di gioco varie
3. lavorare con i piedi; ricezione e trasmissione sia con piede sinistro che destro, tecnica di calcio
4. acrobatica: salti e capriole più esercizi-coordinamento
5. uscite: come uscire tra i pali e mettere corpo e piedi
6. velocità nei passi diagonali e nella spinta
7. intercettazione palla rasoterra e velocità nel volo
9. esercizi sulla reattività e sulla coordinazione
10. come mettere mani e pollici durante una presa
11. minicorso di acrobatica per portieri di calcio

Programma annuale della scuola portieri (Milano) per ragazzi dagli 11 ai 19 anni

  • Coordinazione
  • Coordinazione abbinata ad un gesto tecnico con l’uso degli arti superiori ed inferiori.
  • Tecnica di presa
  • Tecnica di tuffo (estensione del corpo)
  • Tecnica podalica
  • Linguaggio calcistico (comunicazione) del ruolo del portiere
  • Potere decisionale
  • Lettura delle traiettorie (passaggi, tiri, cross)
  • Ricerca della posizione

I calciatori che si distingueranno durante il corso saranno proposti a società professionistiche o semiprofessionistiche per eventuali provini.

Elementi e criteri generali per la programmazione del lavoro

Il lavoro che propongo nella scuola Portieri è frutto della mia esperienza come allenatore di giovani portieri in vari settori giovanili sia professionistici che dilettanti e il lavoro da me svolto anche con portieri di prima squadra sia professionisti che dilettanti.

Il lavoro parte dalla convinzione che il principale obiettivo della preparazione del giovane portiere è quello di uno sviluppo generale delle capacità TECNICHE proprie del ruolo (prese, tuffo, ecc) e dell capacità MOTORIE (Condizionali e Coordinative) in un contesto di educazione e formazione globale della personalità.

Il lavoro si basa su questi concetti importanti:

  • Alimentare nei giovani portieri la vera passione per il ruolo del portiere
  • Fornire un solido bagaglio di strumenti e competenze specifiche del ruolo che gli permettano di confrontarsi, con motivazione e fiducia nei propri mezzi, con le prerogative del ruolo.
  • Utilizzare sistemi di valutazione finalizzati ad evidenziare carenze e attitudini di ciascun allievo in modo di definire la didattica del lavoro e monitorando cosi il suo percorso formativo
  • Utilizzo di metodi didattici di facile apprendimento e aperti alla partecipazione attiva dei ragazzi

Richiedi informazioni

Periodo Scuola Portieri Milano: da ottobre a maggio
Iscrizioni aperte tutto l’anno

Leave this field blank